martedì 19 febbraio 2013

Gufetto scaldotto DIY

{progettino DIY di cui vado proprio fiera}
Prendi del feltro colorato, ne serve un pezzo grosso per il corpo e per tutto il resto bastano dei ritagli.
Ritaglia la forma di un gufetto stilizzato, tenero e cicciotto. 
Io ho fatto un po' ad occhio, ma basta cercare su google e si trovano pattern di ogni tipo.
 Cuci (a manina se come me non sei macchina-da-cucire-munita) i dettagli sul corpo: le alucce, gli occhi, il becco, i piedini, le orecchie e anche il codino.
Poi, unisci il davanti ed il dietro cucendo con punti fitti e lascia una piccola apertura.
Usando un imbuto, riempi il gufetto con riso (qualsiasi riso da cucina) e qualche (5 o 6) fiori di lavanda, poi chiudi la cucitura e rifinisci.
 Se messo in microonde per una trentina di secondi alla massima potenza, questo gufetto assorbirà il calore e lo rilascerà lentamente, insieme a un delicato profumo di lavanda.
Perfetto per scaldare il pancino, o le mani, o il lettino prima della nanna.
Se messo in freezer (dopo averlo avvolto in una busta da freezer), assorbirà il freddo e lo rilascerà lentamente.
Perfetto per curare una botta, o dare sollievo quando fa tanto caldo.
E poi, è morbido e coccoloso.
Lui si chiama Gus, è il nuovo gufetto di Simo! 
Che cosa stai aspettando a cucirne uno ;-) ????

2 commenti:

Simona AGOFOLLIA ha detto...

bello bellooooooo!! Brava Ale!!!

Anonimo ha detto...

Che carino, caldo e simpatico!
Se ti fa piacere passa a vedere anche il nostro gufetto sornione.